Martedì, 24 Ottobre 2017 00:44

Pink Plaza: Giovani distruggono la noia

Pubblicato in Cultura

Un gruppo di amici annoiati passano il tempo nella Piazzetta Rosa (da cui deriva il nome della band) di Val D’Arno in Capanne provincia di Pisa, firmando qua e là con graffiti i muri di zone abbandonate con il nome della loro crew di amici: Pink Plaza. Dopo anni di studio supervisionato dal maestro Massimo Falorni detto affettuosamente l’Astronomo, Corrado Calafiore e Paride Fogli fondano la band alla ricerca di componenti partendo dall’esecuzione di cover dei Ramones e dei Nirvana. Dopo varie peripezie la band è finalmente al completo con la formazione: Corrado Calafiore - voce, chitarra; Paride Fogli -voce, chitarra; Mario Nucci - growl,basso; Cristian Rossi - batteria. La band annovera tra le sue influenze artisti come Nirvana, The Zen Circus, Kutso, Sum 41, Fabrizio Moro, Tre Allegri Ragazzi Morti, Medusa, Skasico, Every Time I Die, Emilio Praga. I giovani ragazzi cominciano subito a scrivere e a comporre i loro pezzi pubblicandone i video su youtube "Un Amico Che..." "La Canzone Lesa (Delle Ore E Del Tempo)" "Fallimento", “Teppisti Per Noia” (il cui video contiene delle polemiche su un giornale del luogo), alcune delle quali registrate con la produzione e supervisione di Matteo Balducci. I ragazzi mossi dall’entusiasmo cominciano a far circolare la loro musica in manifestazioni live, come talent (Talent move) riuscendo ad arrivare in finale, club e vari circoli dove ottengono buoni risultati. Verso aprile producono “Tristemente Allegro” con la collaborazione di Arnese Dal Pelio, un rapper localmente seguito. I temi preponderanti della loro produzione sono l’amore, la noia, la nostalgia, e malinconia data dai cambiamenti repentini della vita. Il loro sound risulta aggressivo e graffiante con vene cantautorali ed evidenti tendenze punk e hardcore.

Seguici su Facebook