Mercoledì, 24 Maggio 2017 08:02

Il Conte Gentiloni

Pubblicato in Politica

E sia! Il potere logora chi non ce l'ha! Ma anche no: alla Veltroni. Prendiamo Gentiloni, di nome e di fatto. Gli hanno chiesto di formare un governo in 24 (ventiquattro!) ore. E lui come poteva fare, se non raccattare quello che c'era già, con rodata e navigata esperienza ministeriale e rimetterlo in sella come clone del precedente? Pensate alle conseguenze per l'Italia, qualora si dovesse soccorrere con soldi pubblici Mps, incorrendo così nelle ire funeste di Bruxelles e nella successiva invasione della Troika a trazione germanica! Senz'altro da apprezzare è la sostituzione in corsa di Angelino Alfano all'Interno, per collocarlo surgelato alla Farnesina, dove non potrà mai nuocere al manovratore Premier, a causa della sua evidente mancanza di "quid" per quanto riguarda sia la conoscenza delle lingue che la gestione delle relazioni internazionali. Gentiloni, cioè, di fatto, si terrà la delega agli Esteri oltre a quella esplicita ai Servizi. In merito, l'ex Sottosegretario delegato nel Governo Renzi, Marco Minniti, è stato nominato Ministro dell'interno: l'unico a essere promosso per meriti, evidentemente, avendo un'approfondita esperienza dei rischi di infiltrazione del terrorismo islamico all'interno degli attuali, caotici flussi migratori che assediano i confini italiani. E, per di più, Minniti ha il dono (giustamente) dell'assoluto silenzio, è un vero tecnico e non ricatta politicamente nessuno, perché non ha né correnti, né partitini da difendere. Cosa (immagino) risulti molto gradita nelle felpate stanze del Viminale, che ha assolutamente bisogno di un Ministro a tempo pieno. Come si può leggere nel suo curriculum, Minniti -parlamentare di lungo corso e da sempre esperto di sicurezza interna e internazionale per il Partito- ha ricoperto l'attuale ruolo della Boschi nei due Governi D'Alema ed è stato fondatore dell'ICSA (Intelligence Culture and Strategic Analysis),  di cui Francesco Cossiga era il Presidente onorario. Per sua fortuna, Assad si è ripreso la Siria con la caduta di Aleppo, e l'Europa, finalmente, sta per varare il famoso "Migration Compact" per l'aiuto ai Paesi esportatori netti di profughi economici: "tot euro per ogni immigrato riaccolto in patria". E, tanto per ribadire che non va sottovalutata l'esperienza dei capitani di lungo corso, come Gentiloni, che hanno navigato in tutte le acque politiche, altro colpo magistrale è rappresentato dalla staffetta tra Boschi e Finocchiaro. Tutte e due pienamente responsabili di aver confezionato una pessima riforma costituzionale, bocciata a stragrande maggioranza, ed entrambi riconfermate per par condicio: l'austera Signora di Catania ha ottenuto il posto di Maria Elena per i soli rapporti con il Parlamento, avendo l'esperienza e la presenza giusta -sul prototipo della Iotti- per tenere a freno le sparse membra dei parlamentari del suo Pd. Al cambio chi ha guadagnato è stato il Premier. Soprattutto se dovesse avere i giusti riflessi per sistemare altri suoi Sottosegretari di fiducia a Palazzo Chigi, in modo da depotenziare la mina Boschi, che rappresenta, oggettivamente un.. atto subìto. Non male, non credete? La rimozione di Verdini, poi, è un altro colpo da maestro. Servirà tanto per capirci, a rendere molto più "soft" i rapporti con la magistratura, per quanto riguarda la riforma del processo penale. In materia, in caso di problemi al Senato, è garantito il soccorso ampio e interessato dei Cinque Stelle! Tanto più che Grillo esce bene dalla questione Muraro a Roma, che si è appena dimessa perché indagata. Sarò visionario, ma ho la vaga impressione che alle prossime politiche la Raggi sloggi dalla sindacatura, per essere candidata del Movimento in qualche collegio blindato. Metodo Casaleggio (e di Santa Romana Chiesa) docet: "Promoveatur, ut..". Il buon Denis può, così, mettersi in congedo anticipato, per disegnare un altro (l'ennesimo!) soggetto di centro destra di cui nessuno sente l'esigenza e che, di sicuro, non avrà miglior sorte elettorale di quello di Alfano. Ma.. Attenti al proporzionale! Perché potremmo rischiare di ritrovarceli come immarcescibili.. aghi della bilancia!

Altro in questa categoria: Referendum: io ho votato "No"! »

Archivio Giornale

Seguici su Facebook