Venerdì, 24 Febbraio 2017 09:02
Che il voto degli italiani espresso alle urne in occasione del referendum Costituzionale, è stato completamente ignorato, lo dimostra inequivocabilmente la nomina di costituire un nuovo Governo al Ministro uscente Gentiloni. Renzi in maniera irresponsabile ha lasciato lo Stato Italiano senza una legge elettorale, certo che il suo referendum fosse stato approvato in un modo o nell’altro ed invece bloccato da una incredibile partecipazione popolare che lo ha bocciato su tutti i fronti e che per di più ha impedito ogni possibilità di brogli, essendovi stato uno scarto tra si e no di oltre 7 milioni di voti. Ha così…
Grande opportunità per Il Governo Gentiloni, fotocopia del Governo Renzi bocciato inesorabilmente dal voto plebiscitario del referendum, infatti si potrà nascondere, continuando il suo percorso contro il volere degli Italiani e contro gli Italiani, grazie al Terremoto politico avvenuto nelle due più importanti metropoli Italiane, Roma e Milano. Roma: terremoto nella Capitale per il Sindaco Virginia Raggi, In carcere il suo braccio destro oltre l’ennesimo avviso di garanzia per membro della Giunta Pentastellare. Milano: indagato il Sindaco Sala si autosospende . Che venerdì 16 Dicembre 2016 diventasse un venerdì nero per la politica italiana, non era certo immaginabile, infatti a…

Trumpizzati?!

E, suvvia, rottamiamoli noi! Chi? Ma quei politici e opinionisti pol-pottiani che sono nutriti da una placenta di benessere per pochi, costruita sul e dal denaro che fabbrica altro denaro e si dimentica sia dei destini umani e terreni delle moltitudini diseredate, sia della fatica dei più per sopravvivere giorno dopo giorno in economie occidentali globalizzate, senza più lavoro per le vecchie e nuove working e middle class, giovani o attempate, rimaste senza fabbriche e senza prospettive. Da chi sono pagati e sponsorizzati tutti costoro che ci invitano, ad es., qui in Europa a considerare una "risorsa" un'immigrazione africana disperata…
Che il voto degli italiani espresso alle urne in occasione del referendum Costituzionale, è stato completamente ignorato, lo dimostra inequivocabilmente la nomina di costituire un nuovo Governo al Ministro uscente Gentiloni. Renzi in maniera irresponsabile ha lasciato lo Stato Italiano senza una legge elettorale, certo che il suo referendum fosse stato approvato in un modo o nell’altro ed invece bloccato da una incredibile partecipazione popolare che lo ha bocciato su tutti i fronti e che per di più ha impedito ogni possibilità di brogli, essendovi stato uno scarto tra si e no di oltre 7 milioni di voti. Ha così…
Schiacciante ed inattesa vittoria del popolo e della democrazia, alla tornata referendaria che si è tenuta domenica 4 dicembre. Se sotto il profilo formale ha vinto il NO in maniera schiacciante, la vera vittoria è stata del popolo che in maniera assolutamente imprevedibile si è recato in massa alle urne per decidere se accettare o meno la riforma Costituzionale, quindi è la vittoria della democrazia. Ma, attenzione a non tenerne conto perché i segnali che si colgono sono chiari ed inequivocabili, è andato in massa alle urne, fermando di fatto una tensione elevata che poteva sfociare anche in gravissimi disordini…

Archivio Giornale

Seguici su Facebook