Mercoledì, 24 Maggio 2017 07:56
Parafrasando una nota frase assai diffusa, “ tutti mi cercano, tutti mi vogliono ma nessuno mi prende” sembra proprio che il “ VOTO ELETTORALE” abbia lo stesso destino. Il popolo lo vuole con forza, e lo ha dimostrato, molti leader di partito lo invocano gridando, tuttavia nessuno lo vuole. Per questo motivo si vivacchia peggiorando tutto il sistema già al collasso totale, proponendo ed approvando riforme e norme che nulla hanno a che vedere con i problemi reali che con massima urgenza andrebbero affrontati, anzi, indebolendo sempre più i quei cittadini oramai allo stremo, come risulta dai tantissimi dati sapientemente…
Io ho votato "NO". Immagino, cari Colleghi, che non aveste dubbi in merito. E, come in quella bellissima canzone romana ("Lella"), "Ve lo vojo dì", proseguendo con una seconda puntata della mia personalissima "avvelenata" di gucciniana memoria. Dunque: io sono solo uno dei venti milioni di volti (ciascuna scheda-bomba ne ha dipinto in incognito sulla testata un suo proprio, unico e irripetibile) del bombardamento a tappeto contro il "monstrum" della bocciata riforma costituzionale. Però, Vi giuro, ho dimenticato la mia "pancia" tenendo ben integro e vigile il cervello: prima di infilare la scheda nell'urna mi sono preso la briga e…

Il Conte Gentiloni

E sia! Il potere logora chi non ce l'ha! Ma anche no: alla Veltroni. Prendiamo Gentiloni, di nome e di fatto. Gli hanno chiesto di formare un governo in 24 (ventiquattro!) ore. E lui come poteva fare, se non raccattare quello che c'era già, con rodata e navigata esperienza ministeriale e rimetterlo in sella come clone del precedente? Pensate alle conseguenze per l'Italia, qualora si dovesse soccorrere con soldi pubblici Mps, incorrendo così nelle ire funeste di Bruxelles e nella successiva invasione della Troika a trazione germanica! Senz'altro da apprezzare è la sostituzione in corsa di Angelino Alfano all'Interno, per…
Che il voto degli italiani espresso alle urne in occasione del referendum Costituzionale, è stato completamente ignorato, lo dimostra inequivocabilmente la nomina di costituire un nuovo Governo al Ministro uscente Gentiloni. Renzi in maniera irresponsabile ha lasciato lo Stato Italiano senza una legge elettorale, certo che il suo referendum fosse stato approvato in un modo o nell’altro ed invece bloccato da una incredibile partecipazione popolare che lo ha bocciato su tutti i fronti e che per di più ha impedito ogni possibilità di brogli, essendovi stato uno scarto tra si e no di oltre 7 milioni di voti. Ha così…
Grande opportunità per Il Governo Gentiloni, fotocopia del Governo Renzi bocciato inesorabilmente dal voto plebiscitario del referendum, infatti si potrà nascondere, continuando il suo percorso contro il volere degli Italiani e contro gli Italiani, grazie al Terremoto politico avvenuto nelle due più importanti metropoli Italiane, Roma e Milano. Roma: terremoto nella Capitale per il Sindaco Virginia Raggi, In carcere il suo braccio destro oltre l’ennesimo avviso di garanzia per membro della Giunta Pentastellare. Milano: indagato il Sindaco Sala si autosospende . Che venerdì 16 Dicembre 2016 diventasse un venerdì nero per la politica italiana, non era certo immaginabile, infatti a…

Archivio Giornale

Seguici su Facebook