Venerdì, 18 Agosto 2017 07:05

Il caro estinto

Pubblicato in Società

Mi capita di leggere sulle lapidi di cimiteri grandi e piccoli, frasi del tutto scontate ed ovvie " dedicate" allo sfortunato congiunto , del tipo: .." ci mancherai sempre" .." padre (madre) esemplare.." i tuoi figli posero"! La mia riflessione e' la seguente, premettendo che il medico non ha prescritto di lasciarsi andare a queste orribili ovvieta' e che non bisogna avere il dono della scrittura o della poesia (facile giustificazione) per comporre un pensiero originale: credo che chi decide di " esporsi " lo potra' fare fornendo un " contributo" al mesto visitatore, riassumendo con pochi pensieri quello che il defunto è stato in vita. Solo in questo modo io credo si possa ad un tempo " onorare" la memoria dello sfortunato e dall'altra offrire un motivo di spunto per il " lettore", che avrà modo, con tutta probabilità, di riflettere sulla grandezza del vivere umano!

Archivio Giornale

Seguici su Facebook