Mercoledì, 24 Maggio 2017 07:57
"Ayer me mataron" - "Ieri mi hanno uccisa". Con questo post su Facebook, Guadalupe Acosta fa parlare chi non ha più voce né parole da urlare al mondo. "Ho impedito che mi toccassero e con un bastone mi hanno bucato il cranio. Mi hanno dato una coltellata e hanno lasciato che morissi dissanguata. Come immondizia mi hanno messo in una sacco di plastica nera, avvolta con del nastro adesivo e lasciata su una spiaggia, dove mi hanno trovata ore più tardi" - così continua Guadalupe, raccontando la storia di Josè Maria Coni e Marina Menegazzo, due turiste argentine in vacanza…
Avvicinandosi all'appuntamento della Conferenza di Roma di UniEurope, il segretario generale di UNI Global, Philip Jennings, ha fatto il punto sul quadro imposto dal sistema della digitalizzazione globale sul lavoro. Jennings, partecipando ai lavori del Forum economico Annuale di Davos, è partito dai dati comunicati durante l'evento. In sintesi estrema, 7 milioni di posti di lavoro destinati a sparire. Il discorso corre subito allo studio della Oxford University del 2013 che metteva ben 320 tipologie di lavoro su 700 negli Usa a rischio d'estinzione sotto la minaccia dell'automazione e prevedeva la sostituzione informatica per il 47 % del lavoro odierno.…
Conoscete la Finestra di Overton? No? Male, perché vi/ci riguarda tutti. Recentemente, anche da Oltre Tevere ne hanno richiamato il principio, a proposito di Legge Cirinnà sulle unioni civili (termine un po' ipocrita per designare i matrimoni tra persone non eterosessuali). Com'è accaduto che, in pochi anni (una ventina, all'incirca) il concetto sia transitato dalla sfera del tabù (quindi, da socialmente non condivisibile e vietato) a quella del possibile e, poi, del legittimo -quindi, tutelato in quanto ricompreso nella sfera dei diritti soggettivi- come sta accadendo attualmente in Italia ed è già avvenuto da tempo in molti altri Paesi occidentali?…
Oggi siamo tutto e tutti sono ormai in versione 2.0. E anche i genitori stanno aggiornando i loro software e si candidano come modelli educativi autorevoli. Uno dei programmi più importanti nella struttura “hard” del genitore perfetto è quello dedicato alla scuola: non puoi essere un padre o una madre modello se non sai ogni minimo dettaglio e particolare della vita scolastica (e non solo) dei tuoi figli, a prescindere dalla loro età. A cominciare da quando il problema sono pappe e pannolini a quella in cui il principale nemico da affrontare diventano i brufoli. Ma come fare a stare…
Nato dall’inchiostro semplice ma arguto di Antoine de Saint-Exupéry e rifiorito nella fantasia del regista Mark Osborne, il Piccolo Principe lascia nuovamente il suo asteroide B 612 per poter visitare ancora una volta la Terra e il mondo degli “adulti”, che, nonostante il trascorrere del tempo, lo ha reso forse ai suoi occhi ancora più complesso di quanto ricordasse. Non si tratta di un semplice film di animazione per bambini, e ciò lo hanno dimostrato le sale cinematografiche foriere di “grandi” che per quei 90 minuti hanno preferito lasciare sulla soglia del cinema la loro corazza per potersi sedere sulle…

Archivio Giornale

Seguici su Facebook