Venerdì, 20 Gennaio 2017 23:10
Fa ancora male la testa dopo tante urla tra i fautori delle famiglie nuove-omo ed i difensori del tradizionale focolare domestico. Le due orde si sono affrontate con la solita mancanza d’umanità ed il consueto odio di tifoseria che caratterizza il cozzo del peggio delle due fazioni – destra e sinistra- dove nessuna delle due riconosce alcuna legittimità all’altra, non di esprimersi, ma nemmeno di esistere. La rabbia si è levata, selvaggia e animale, soprattutto tra i sinistri, di fronte all’uso della piazza di massa milionaria da parte degli avversari. Come noto, a sinistra ritengono di avere un diritto esclusivo…
Anni fa, per debuttare in società si doveva aspettare la maggiore età. Ora, per debuttare nel mondo dei social, non occorre nemmeno essere nati; il lancio nella società virtuale può avvenire già dal grembo materno o dalla lastra di un'ecografia. E vince chi riceve più like. Negli Stati Uniti la maggior parte dei bambini di due anni (più del 90 per cento) ha già una presenza online. E la percentuale dei neonati supera l'80 per cento. In Inghilterra uno studio ha dimostrato che ogni bambino, già solo nel primo anno di vita, appare mediamente in circa 195 foto postate sul…
Siamo certamente tutti d'accordo che la società oggi suggerisce per esigenze sociali e di vita il cambio di alcune regole, ma nessuno poteva immaginare che si arrivasse al punto di rendere "mercificante" il tempo che una mamma deve dedicare al proprio figlio. E' di alcuni giorni la notizia di una mamma che ha regalato al proprio figlio per il compleanno dei 9 anni un buono, o un plico contenente alcuni buoni, dove si offriva il tempo da dedicare ad esso quantificato in un pomeriggi. La notizia ha fatto discutere in tanti aprendo un confronto in alcuni social network e, pur…
Credo che fb in momenti cosi bui per il nostro presente- caso ne sia il recente terremoto del Centro Italia- ove profonde incertezze "sorpassano" a sostenuta velocita' la nostra quotidianeita', non debba rappresentare un mezzo- peraltro senza contraddittorio- per "mandarla a dire" a politici, giornalisti, veri o presunti vip, che nelle ore della tragedia si sono avvicendati sui luoghi dell'immane disastro o in televisione a rilasciare dichiarazioni, commenti ed osservazioni piu o meno sincere, piu o meno condivisibili! Non serve proprio a nulla criticare il Presidente del Consiglio, ministre e ministri del suo governo, doverosamente sui luoghi dei drammatici eventi,…
Si profilano rogne e probabili complicazioni all’orizzonte dei pensionati di tutta Italia che hanno deciso di trascorrere il resto della propria esistenza in paradisi fiscali come Bulgaria e Tenerife. Da alcuni mesi, difatti, la velenosa burocrazia “made in Italy” è stata esportata dall’INPS oltre i confini nazionali attraverso le peripezie della nota banca inglese Citibank. Allo scopo di scongiurare truffe e manomissioni di malintenzionati, l’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale ha inteso accordarsi con Citibank per erogare le pensioni agli italiani che risiedono all’estero attraverso il circuito Western Union e per verificare l’effettiva esistenza in vita del pensionato avente diritto…

Archivio Giornale

Seguici su Facebook