Lunedì, 14 Ottobre 2019 20:08

Cimitero, ecco l’avviso per l’assegnazione di 185 loculi. Il sindaco Pirozzi ed il consigliere delegato Ferrara: «Risultato cui, all’insediamento di questa amministrazione, solo noi credevamo».

E’ stato diramato oggi, dal responsabile del settore Urbanistica-Cimiteri, l’avviso pubblico per l’assegnazione in concessione d’uso per 99 anni di 185 loculi nel cimitero in ampliamento.

«Sulla scia degli impegni presi in campagna elettorale – commentano il sindaco Andrea Pirozzi ed il consigliere delegato Marcantonio Ferrara, l’avviso pubblico è un ulteriore passaggio per la libera fruizione da parte dei cittadini dell’area di ampliamento, per troppi anni interdetta e restituita grazie all’impegno di questa amministrazione. Nel caso in cui ci saranno maggior richieste, rispetto ai loculi disponibili, ci impegniamo a realizzarne di nuovi nella stessa area per soddisfare le esigenze di tutti. Pertanto invitiamo tutti i cittadini che hanno l’esigenza a presentare l’istanza, in quanto è nostra intenzione soddisfare le richieste di tutti i richiedenti anche, qualora fosse necessario, con la realizzazione di ulteriori loculi. Ringraziamo il responsabile del settore, l’architetto Luigi De Lucia, per il lavoro svolto che ci ha permesso di arrivare ad un risultato insperato prima dell’insediamento di questa amministrazione: un risultato cui solo noi credevamo».

L’introito della procedura, che finanzierà anche 6 loculi che l’Amministrazione comunale intende riservarsi per eventuali esigenze future, sarà destinato al completamento del nuovo cimitero. Il costo per ogni loculo (da corrispondere dopo l’assegnazione ma prima della sottoscrizione dell’atto di concessione) va da 1425 a 2030 euro, oltre a 500 euro per l’apposizione di lapide cui il concessionario potrà rinunciare con obbligo però di provvedervi entro un anno dall’atto di concessione.

Potranno partecipare cittadini residenti nel comune oppure non residenti (purché nativi, discendenti di famiglie native o residenti, familiari di persone coniugate con nativi o residenti, parenti di persone già inumate all’interno del cimitero comunale) purché non concessionari di tombe di famiglia oppure concessionari purché mancanti di disponibilità nelle stesse. Sarà concesso diritto di priorità a coloro che devono procedere all’esumazione di un congiunto.

 

Seguici su Facebook