Mercoledì, 22 Maggio 2019 13:00

Concorso Istruttore di vigilanza, oggi pomeriggio la prova preselettiva necessaria viste le 157 le domande presentate. L'assessore Nuzzo: «L'organico della Polizia municipale era oramai ridotto allo stremo dopo anni di pensionamenti, non escludiamo scorrimenti nel corso degli anni».

Si è tenuta questo pomeriggio nella Scuola media “Giovanni XXIII” la prova preselettiva del concorso pubblico per la copertura di un posto di Istruttore di vigilanza a tempo indeterminato, in regime orario part time 50% (18 ore settimanali).

Ben 157 erano state le domande presentate, che hanno richiesto lo svolgimento (come da bando) di una prova preselettiva nel corso della quale i candidati oggi presenti, in 60 minuti, hanno dovuto rispondere alle 60 domande a risposta multipla inerenti le materie previste per la prova scritta (Elementi di diritto amministrativo e Costituzione, ordinamento statale e degli enti locali; Ordinamento di polizia municipale; Illeciti amministrativi e sistema sanzionatorio, Depenalizzazione ai sensi della legge n. 689 del 1981; Elementi di diritto penale e procedura penale; Rapporto di pubblico impiego, diritti, doveri responsabilità e sanzioni disciplinari dei dipendenti pubblici; Codice della strada, regolamento di attuazione e leggi speciali; Infortunistica stradale; Normativa edilizia, ambientale, urbanistica; Disciplina del commercio, attività produttive, polizia amministrativa e norme di pubblica sicurezza; Legge sul procedimento amministrativo e diritto di accesso agli atti; Anticorruzione, con specifico riferimento alla Polizia locale, e trasparenza amministrativa; Nozioni di informatica).

«Abbiamo emanato questo concorso – commenta Giuseppe Nuzzo, assessore a Polizia municipale, viabilità e sicurezza stradale – per potenziare l'organico della Polizia municipale, oramai ridotto allo stremo dopo anni di pensionamenti e visto che l'ultimo concorso risaliva al 2000. Proprio per questo, compatibilmente con le esigenze di bilancio, non escludiamo scorrimenti nel corso dei prossimi anni».

 

Seguici su Facebook