Venerdì, 15 Novembre 2019 12:00

 E’ stata istituita questo pomeriggio (martedì 29 ottobre) la Commissione per il Servizio di Refezione scolastica. La Commissione, ai sensi della delibera di Giunta n. 179 del 23 ottobre, è composta da Sindaco, Responsabile del settore Pubblica istruzione, Dirigente scolastica, due rappresentanti degli insegnanti (uno per la scuola dell’infanzia ed uno per la primaria), due rappresentanti dei genitori (uno per la scuola dell’infanzia ed uno per la primaria). La Commissione con come scopo: realizzare un collegamento tra utenza, amministrazione e ditta; vigilare sul buon andamento del servizio e sulla rispondenza dello stesso ai bisogni degli utenti, segnalare eventuali problemi e disfunzioni; monitorare il gradimento del pasto, fornire suggerimenti e promuovere iniziative finalizzate all’educazione alimentare; verificare le modalità di distribuzione dei pasti; effettuare assaggi, controllare la pulizia dei locali e delle stoviglie.

«Dopo aver varato in Giunta l’esenzione dal ticket per 30 pasti giornalieri ad alunni residenti diversamente abili e/o appartenenti a nuclei familiari con reddito Isee inferiore a 2mila euro o con genitori affetti da gravi patologie, raggiungiamo un altro importante risultato: l’istituzione per la prima volta della Commissione mensa. Abbiamo voluto fortemente l’istituzione di tale Commissione per alzare il livello del controllo e della qualità dei cibi somministrati ai nostri bambini. Abbiamo istuito anche la figura del Direttore Esecuzione Contrattuale, nella persona della dipendente Rachele De Lucia, che avrà il compito di controllare la corretta applicazione del Capitolato d’appalto e del Contratto sottoscritto tra il Comune e la ditta fornitrice del servizio. Per una migliore funzionalità del servizio abbiamo anche creato una app per telefoni cellulari, con il quale il genitore potrà ogni mattina eventualmente disdire il pasto per il proprio bambino e conoscere il menù giornaliero. L’insediamento della Commissione è stato presieduta da me ma nel prosieguo sarà, con mio apposito e futuro provvedimento, retta dal consigliere delegato alla Pubblica istruzione, Carmine De Lucia», è il commento del sindaco Andrea Pirozzi. «Ringraziamo tutti coloro che hanno dato disponibilità a partecipare ai lavori della Commissione, dai quali ci aspettiamo suggerimenti, controlli e tutto quanto necessario per garantire il buon funzionamento del servizio di refezione scolastica, anche quest’anno partito ad inizio ottobre», è il commento del consigliere Carmine De Lucia.

 

Il sindaco Andrea Pirozzi ha firmato il decreto per l’ampliamento ed il trasferimento delle attività e delle funzioni di competenza del Genio Civile di Caserta, che riguardano opere pubbliche o di interesse pubblico di altezza fino a 10.5 metri, alla Commissione per l’autorizzazione sismica comunale. Il provvedimento dispone anche la notifica ai componenti della Commissione, nominata nel gennaio 2019, ed ai dirigenti comunali coinvolti. Il provvedimento arriva dopo la delibera di Giunta della Regione Campania n. 246 che ha accolto l’istanza del Comune di Santa Maria a Vico, richiesta con delibera di Giunta.

«Questo provvedimento permetterà alla Commissione di approvare i provvedimenti che prima erano competenza del Genio Civile: dovendo analizzare quelli di tutta la provincia, la cosa spesso richiedeva tempi lunghi. Così invece velocizzeremo gli iter per tutti i lavori pubblici sul territorio comunale. Continuiamo così nell’opera di sburocratizzazione, semplificazione e velocizzazione per il rilascio delle autorizzazioni sia ai cittadini che alle attività ed ai progetti di carattere pubblico», è il commento soddisfatto del sindaco Andrea Pirozzi.

 

La Giunta comunale ha approvato questa mattina il Piano triennale dei Lavori pubblici 2020/22. Un piano che prevede oltre 98 milioni di interventi così suddivisi: 87 da entrate aventi destinazione vincolata per legge (finanziamenti da enti sovraordinati), 0.5 da contrazione di mutui, 8 da apporti di capitali privati, 1.7 da stanziamenti di bilancio. Il programma prevede 58.5 milioni di investimenti nel 2020 (55.49 da entrate aventi destinazione vincolata per legge, 1.85 da capitali privati, 0.56 da stanziamenti di bilancio), 24.6 nella seconda annualità, 15 nell’anno conclusivo.

Tra gli interventi più importanti in programma nel triennio figurano la Realizzazione e potenziamento del sistema idrico comunale (6.3 milioni), Adeguamento e completamento della rete fognaria (2.3 milioni), Messa in sicurezza e riqualificazione del plesso ‘Giacomo Leopardi’ (3.2 milioni), Miglioramento accessibilità e riqualificazione urbana dei borghi ‘Papi’ e ‘Maielli’ (8 milioni), Adeguamento energetico dell’impianto di pubblica illuminazione (3.4 milioni), Risanamento ambientale località ‘Pezza’ (5 milioni), Mitigazione del rischio idrogeologico (10.8 milioni), Realizzazione Cittadella scolastica (11.1 milioni), Manutenzione straordinaria emessa in sicurezza dei tratti trasferiti dalla Provincia di Caserta (5.2 milioni), Miglioramento approvvigionamento energetico per le zone rurali (1.1 milioni), Riqualificazione urbana piazza Falcone e Borsellino (8.5 milioni), Riqualificazione via Appia Antica relativa a via Migliori, via Caudio, via Novanese, via Pasquale Carfora, viale Libertà, via Rosciano (4.5 milioni), Realizzazione e gestione dell’area mercato comunale (7.7 milioni), Rigenerazione urbana per lotti spazi collettivi nella frazione San Marco (1.7 milioni), Riqualificazione via San Gaetano, via Cangio, via Novanese, via Sant’Apollonia, via Ferdinando I (2.6 milioni), Riqualificazione urbana via Panoramica, via Moscati, via Figliarini, via Loreto e via Mandre (1.8 milioni), Adeguamento planimetrico e funzionale di via Nazionale finalizzata alla messa in sicurezza (3.5 milioni). «Dopo quattro anni di amministrazione presentiamo ancora una volta un programma molto ambizioso ma al tempo stesso concreto: lo dimostrano i 7.3 milioni di euro già ammessi a finanziamento per realizzare i primi due lotti della futura Cittadella scolastica, per cui abbiamo già avviato gli espropri. Molti altri progetti strategici, presenti nel programma su cui i cittadini ci hanno dato fiducia nel 2015, sono già in fase di aggiudicazione dell’appalto, come la sicurezza del plesso scolastico ‘Giacomo Leopardi’, la riqualificazione di via Nazionale, il piano parcheggi con la realizzazione di ben quattro aree per la sosta e l’adeguamento e la rifunzionalizzazione dell’ala ovest del Complesso Aragonese, oltre a tante altre per un totale di oltre 8 milioni. Questa è il risultato di un eccellente lavoro di squadra tra amministrazione e macchina amministrativa, che può contare sulle alte professionalità acquisite fin dall’inizio della consiliatura e che hanno portato Santa Maria a Vico ad essere preso come modello. Siamo orgogliosi dei risultati ottenuti per innalzare la qualità della vita della cittadinanza», è il commento soddisfatto del sindaco Andrea Pirozzi e del consigliere delegato ai Lavori pubblici Anna Cioffi.

 

Seguici su Facebook