Sabato, 16 Febbraio 2019 21:20

 L’acqua del Serino ad un passo da Santa Maria a Vico. Il sindaco Pirozzi: «Potenzieremo le risorse idriche senza ulteriori spese per la cittadinanza»

Santa Maria a Vico avrà presto l’acqua del Serino. A dare l’annuncio è il sindaco Andrea Pirozzi, che questa mattina ha partecipato personalmente alla riunione della conferenza di servizi con il Consorzio Idrico ‘Terra di Lavoro’, gestore del servizio idrico nel comune, e la società Abc. Riunione tecnica per concretizzare l’allaccio alla rete Abc (acqua del Serino) ed alimentare l’intera comunità con una portata di 75 litri/secondo (necessaria per fornire il servizio senza problematica), alla pressione richiesta di oltre 20 bar.

Alla riunione hanno partecipato, oltre al sindaco Andrea Pirozzi, l’assessore con delega alla rete idrica Pasquale Crisci, l’assessore Giuseppe Nuzzo, i responsabili dei settori Manutenzione Valentino Ferrara ed Ambiente Roberto Cuzzilla (per il comune), il componente del Cda Vitaliano Ferrara, il dirigente Area reti ed impianti Gennaro Vescuso e Domenico Stellato (per il Consorzio Idrico ‘Terra di Lavoro’), Giuseppe Valentino, Pasquale De Lucia ed Antonio Mastrobernardino (per l’Abc)

«Stiamo portando a conclusione un iter che da tempo seguivamo: già a gennaio di quest’anno – commenta il sindaco Pirozzi – avevamo chiesto al Consorzio Idrico ‘Terra di Lavoro’ la disponibilità ad interfacciarsi con Abc, con cui abbiamo intrapreso i primi rapporti già nel 2017. Alla sua conclusione l’acqua del Serino rifornirà tutte le famiglie del territorio. L’allaccio avverrà sulla condotta che attraversa via Sant’Apollonia, nelle vicinanze della cappellina: l’Abc si è impegnata a realizzare l’allaccio all’ex pozzo lì situato, dove oggi arriva la condotta del Consorzio Idrico ‘Terra di Lavoro’. Acquisita la fattibilità del progetto, la Conferenza dei servizi è stata ora aggiornata in attesa dei preventivi di spesa per realizzare queste opere. L’obiettivo di questa amministrazione di andare a potenziare le risorse idriche con la fornitura di acqua del Serino ormai è in dirittura d’arrivo. Ci tengo a precisare che non ci saranno spese aggiuntive per i cittadini, che pagheranno la stessa tariffa oggi in vigore. In più, a lavori completati, avremo un impianto pozzi che rimarrà di proprietà comunale, da utilizzare in caso di emergenza. Sembrava un obiettivo insperato ma oggi, con la disponibilità e le autorizzazioni ottenute dai due enti, possiamo ritenerci orgogliosi di aver avviato a risoluzione una grave problematica che tocca l’intera comunità. Certamente c’è ancora da lavorare qualche mese per poter portare a termine le attività di competenza tecnica ma l’attenzione non verrà meno».

 

 Bomba nella notte ad un locale commerciale in costruzione, il sindaco Pirozzi: «Episodio che fa profondamente sconvolto la comunità ma confido che i responsabili possano essere presto assicurati alla giustizia».

«E’ un episodio che ha profondamente sconvolto la comunità ma che fortunatamente non ha causato danni a persone mentre si sono registrati solo lievi danni alle cose». E’ questo il commento del sindaco Andrea Pirozzi, sull’esplosione di una bomba all’esterno di un locale commerciale in costruzione, avvenuto nella tarda serata di ieri in via Nazionale.

«Immediatamente dopo la defragrazione – prosegue il sindaco Pirozzi - in accordo con il consigliere di minoranza Carmine De Lucia, componente della Consulta per la Sicurezza istituita presso il Comune di Santa Maria a Vico, ho contattato gli organi inquirenti per essere messo al corrente dei fatti, assicurandomi che non ci fossero feriti o gravi danni all’edificio. Questa mattina mi sono recato presso la locale stazione dei Carabinieri, dove ho approfondito con le autorità competenti. Voglio comunicare alla cittadinanza che già questa mattina i Carabinieri della locale stazione hanno depositato gli atti preliminari presso la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere e che ulteriori accertamenti sono tutt’ora in corso. Invito i cittadini a non giungere a conclusioni affrettate: tutte le ipotesi sono al vaglio degli inquirenti e confido che i responsabili possano essere assicurati alla giustizia già nelle prossime ore. Colgo l’occasione per confermare che, dopo l’intervento presso la Prefettura di Caserta avvenuto nel 2018 affinché fosse garantita una maggiore sicurezza alla nostra comunità, le forze dell’ordine ed il locale comando stazione dei Carabinieri stanno svolgendo un’intensa attività di prevenzione e di repressione contro la microcriminalità. Pertanto mi congratulo con Sua Eccellenza il Prefetto di Caserta e con tutte le forze dell’ordine che stanno operando presso il nostro territorio. A loro va il nostro sostegno e ringraziamento».

 

 Lunedì 28 la presentazione del libro “La cattiva stella”. Il sindaco Pirozzi ed consigliere Michele Nuzzo: «La nostra attenzione per la cultura e le presentazioni dei libri è sempre altissima».

Il Comune di Santa Maria a Vico e l’associazione “Donare… è Amore” presenteranno, lunedì 28 gennaio alle ore 18.30 nella sala “Sant’Eugenio” del convento dei missionari Oblati di Maria Immacolata in piazza Aragona, il libro “La cattiva stella”, scritto da Annavera Viva (“Homo scrivens” edizioni).

Con l’autrice, discuteranno del testo il sindaco Andrea Pirozzi, l’assessore alle politiche sociali Veronica Biondo, il consigliere con delega alla cultura Michele Nuzzo, la dirigente scolastica dell’Istituto superiore “Majorana – Bachelet” Maria Giuseppa Sgambato, l’insegnante dell’istituto Carmela Ferrara e la scrittrice Maria Rosaria Ruotolo. Modererà la giornalista Emanuela Belcuore.

«L’attenzione per la cultura e per la presentazione dei libri – commentano il sindaco Pirozzi ed il consigliere Nuzzo – da parte nostra è altissima. Accogliamo sempre con favore scrittori non solo locali, per sensibilizzare alla cultura ed alla lettura di libri. Il libro, in una società come la nostra in continua evoluzione, deve mantenere il ruolo che ha sempre avuto e non può essere soppiantato da internet e dai social».

 

Protezione civile, arrivano 30 nuovi volontari. Il sindaco Pirozzi e la consigliera Cioffi: «Il nucleo è il nostro orgoglio, il loro impegno per la comunità è encomiabile».

Il nucleo comunale di Protezione civile può contare su 30 nuovi volontari. Si è infatti concluso sabato 12 gennaio, con un sopralluogo sui tre principali valloni di Santa Maria a Vico, il corso base per vecchi e nuovi volontari che hanno poi ricevuto gli attestati di partecipazione direttamente dalle mani del sindaco Andrea Pirozzi e della consigliera delegata Anna Cioffi.

«I volontari della Protezione civile – commentano il sindaco Pirozzi e la consigliera Cioffi – sono il nostro orgoglio. Il loro impegno assiduo nei confronti della cittadinanza e della cittadina è encomiabile: come hanno dimostrato lavorando a tarda notte o ben prima dell’alba, in occasione dell’emergenza neve, o di sabato sera, quando ci fu la scossa di terremoto con epicentro la vicina Forchia, sabato 5 gennaio. Il loro prossimo obiettivo sarà ora la divulgazione del Piano di Protezione Civile comunale».

Il corso base, che ha portato il totale dei volontari a 70 membri operativi, ha previsto tre incontri, dai seguenti titolo: “Cenni storici ed inquadramento generale”, “Il servizio nazionale di Protezione civile ed il volontariato locale”, “ Le attività in emergenza, il metodo Augustus e la comunicazione istituzionale”, “Il piano di emergenza del Comune di Santa Maria a Vico, mezzi in dotazione alla locale Protezione civile e loro utilizzo, Conoscenza del territorio – sopralluoghi”.

 

Cimitero, ecco l’avviso per l’assegnazione di 185 loculi. Il sindaco Pirozzi ed il consigliere delegato Ferrara: «Risultato cui, all’insediamento di questa amministrazione, solo noi credevamo».

E’ stato diramato oggi, dal responsabile del settore Urbanistica-Cimiteri, l’avviso pubblico per l’assegnazione in concessione d’uso per 99 anni di 185 loculi nel cimitero in ampliamento.

«Sulla scia degli impegni presi in campagna elettorale – commentano il sindaco Andrea Pirozzi ed il consigliere delegato Marcantonio Ferrara, l’avviso pubblico è un ulteriore passaggio per la libera fruizione da parte dei cittadini dell’area di ampliamento, per troppi anni interdetta e restituita grazie all’impegno di questa amministrazione. Nel caso in cui ci saranno maggior richieste, rispetto ai loculi disponibili, ci impegniamo a realizzarne di nuovi nella stessa area per soddisfare le esigenze di tutti. Pertanto invitiamo tutti i cittadini che hanno l’esigenza a presentare l’istanza, in quanto è nostra intenzione soddisfare le richieste di tutti i richiedenti anche, qualora fosse necessario, con la realizzazione di ulteriori loculi. Ringraziamo il responsabile del settore, l’architetto Luigi De Lucia, per il lavoro svolto che ci ha permesso di arrivare ad un risultato insperato prima dell’insediamento di questa amministrazione: un risultato cui solo noi credevamo».

L’introito della procedura, che finanzierà anche 6 loculi che l’Amministrazione comunale intende riservarsi per eventuali esigenze future, sarà destinato al completamento del nuovo cimitero. Il costo per ogni loculo (da corrispondere dopo l’assegnazione ma prima della sottoscrizione dell’atto di concessione) va da 1425 a 2030 euro, oltre a 500 euro per l’apposizione di lapide cui il concessionario potrà rinunciare con obbligo però di provvedervi entro un anno dall’atto di concessione.

Potranno partecipare cittadini residenti nel comune oppure non residenti (purché nativi, discendenti di famiglie native o residenti, familiari di persone coniugate con nativi o residenti, parenti di persone già inumate all’interno del cimitero comunale) purché non concessionari di tombe di famiglia oppure concessionari purché mancanti di disponibilità nelle stesse. Sarà concesso diritto di priorità a coloro che devono procedere all’esumazione di un congiunto.

 

Seguici su Facebook