Lunedì, 17 Giugno 2019 16:56

Siamese, la silloge poetica della poetessa romana Barbara Maggio

Pubblicato in Cultura

Vita, una parola alla fin fine di una ridondante banalità. Illustra l'ineluttabile con rara efficacia, nascondendo qualsiasi aspetto che non sia comune a tutti gli altri esseri umani e non. Esseri e non esseri, probabilmente qui sta il problema. Cerchiamo così nel prossimo lo specchio di noi stessi e nella poesia una luce che ci indichi una via. Succede, però, che una bambina s'innamori della danza ed inizi a viaggiare per il mondo delle sensazioni, aprendo quelle porte che la mettono in contatto con altre realtà. Le scarpe di raso e le assi di legno la portano lontano passeggiando sul pianeta sensibile, attraversando gli anni. Così inizia a trascrivere il proprio mondo che sta lentamente modellando. Ma forse non è se stessa ciò che descrive ma solo la eco di quanto le è dato percepire. In questi casi le distanze non esistono e quello che sembra collassarle addosso in realtà si sta innalzando e la porta in alto con sé. Da questa prospettiva alla bambina si propone un'altra realtà. O un'altra verità? A lei la scelta.
Funzionalità e dettagli
Dettagli prodotto
Editore: Gruppo Albatros Il Filo
Data di pubblicazione: 22 gen 2019
RECENSIONE 
La silloge poetica della poetessa romana ci conduce nel suo libro: Siamese edito dalla Casa Editrice Il Filo Albatros. 
Animo sensibile è quello dell'autrice Maggio che percepisce il mondo da un'altra prospettiva mettendo in risalto molte di quegli aspetti reali che ci è difficile decifrare se non leggendo i versi scritti da colei che li ha generati. 
Ho trovato anche un po' di quotidianità, di vita di tutti i giorni propinata dalla sua penna delicata e pungente come un soffio di innata sincerità che solo il trascorrere del tempo può definire le esperienze che vuol comunicare. 

Seguici su Facebook